CHIESA DI S. GIROLAMO

Per Angelo Molaro (Cervignano e dintorni, 1920), primo storico di Cervignano, la chiesa di San Girolamo «è antica forse come quella di San Michele»; di quest’ultima ne condivide pure le sorti, dal momento che l’antica chiesa non esiste più da secoli e oggi, al suo posto, ne sorge una risalente al 1873 [fig. 1], ma totalmente rifatta nel 1924 in forme neoromaniche, secondo la moda dell’epoca [fig. 2].
La prima testimonianza relativa a questa chiesa risale al 1344; il documento recita: «Petrus Bon habet... domo iuxta Sanctum Geronimum», ossia «Petrus Bon ha... (e paga venti frisacensi) per una casa presso San Girolamo».
Di fronte all’edificio sacro correva, con orientamento molto vicino a quello di via Battisti, la via Aquileia-Virunum nota come Julia Augusta, per cui è quasi certo che San Girolamo sorga sui resti di un edificio di culto o funerario millenario. Non a caso sono murati nella facciata della chiesa alcuni materiali romani: frammenti di lapidi [fig. 3], un putto sullo stipite destro della porta [fig. 4] e un bassorilievo non molto chiaro sullo stipite opposto [fig. 5]. All'interno, una pietra romana (che però proviene dall'Obiz) forma la base dell'altare [fig. 6].

Vanni Veronesi

Figura 1
Figura 2
Figura 3
Figura 4
Figura 5
Figura 6